OTTAVO NUMERO 0

La riflessione che presento origina da una parola chiave che ha avuto la forza di cristallizzare pensieri prima sparsi e disconnessi e di stimolarne la produzione di nuovi. Insomma una parola chiave (Boscolo et al., 1991) che ha esattamente svolto la sua funzione. Infatti quando uso una parola chiave, ma von Foester direbbe quando uso ogni parola o ogni volta che parlo, il mio ascoltatore, i miei partners nella conversazione intendono un set semantico, un
personale insieme semantico. Come dice von Foerster, il linguaggio è connotativo: “Quando dico qualcosa non mi sto riferendo a qualcosa al di fuori. Genero in te un’intera risonanza di correlazioni semantiche.” (von Foerster, 1987) Solo apparentemente il linguaggio è denotativo, cioè si riferisce con univocità a oggetti fuori di noi: la sua funzione è invece connotativa, parla di noi, del dialogo con il mondo più che del mondo. Il linguaggio costruisce realtà quando partecipa alla costruzione di significati condivisi tra i parlanti.

In “Il counselling cognitivo relazionale” a cura di G.Rezzonico, C.Meier. Franco Angeli, Milano, 2010.

Altravisione Caruso
Altravisione Caruso
Caruso-Altravisione_francoangeli.pdf
151.7 KiB
327 Downloads
Dettagli

Direttore Responsabile: Giacomo Pettenati. RedazioneAntonio Caruso e Valentina Iori.

Direcciones Para El Artículo
Direcciones Para El Artículo
Direcciones-para-el-articulo.pdf
115.7 KiB
140 Downloads
Dettagli

Directions For Article
Directions For Article
Directions-for-article.pdf
113.5 KiB
143 Downloads
Dettagli

Indicazioni Per Articolo
Indicazioni Per Articolo
Indicazioni-per-articolo.pdf
113.2 KiB
203 Downloads
Dettagli